Autonomia, Fracasso e De Menech: “Non è più tempo di slogan”


Roger De Menech

Stefano Fracasso

(Arv) Venezia, 10 nov. 2017 – “Non è più tempo di slogan, servono i fatti. Noi siamo per un’autonomia concreta e non sbandierata con parole e numeri a effetto che rischiano di non portare a niente: la Regione deve essere responsabile”. Lo affermano il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale, Stefano Fracasso, e il deputato Roger De Menech, il quale è intervenuto oggi, assieme ad altri parlamentari, alle audizioni in Prima Commissione consiliare sul PdLS n. 43.

 

“Nell’articolo 116 ci crediamo – chiariscono Fracasso e De Menech – la modifica l’abbiamo voluta noi con la riforma del 2001, ma per conferirle efficacia occorre avere una visione chiara. È necessario che la Regione si doti di un programma strategico per il futuro; tuttavia, è improbabile che, chiedendo tutte e 23 le materie, possa venir fuori qualcosa di positivo”.

“Basta annunci – ribadiscono gli esponenti dei Democratici – la Regione metta in fila le priorità e decida su cosa puntare: da lì parta il dialogo con il Governo, che ha dimostrato di esserci, come testimonia la trattativa avviata con Emilia Romagna e Lombardia”.

“Una volta fatta la selezione delle materie – sottolinea Fracasso – la Regione chieda allo Stato le risorse necessarie a finanziarle. Un percorso quindi inverso a quello fatto finora, con la volontà di trattenere i 9/10 del gettito fiscale non si sa bene sulla base di quali calcoli. Solo così si potrà portare a casa un risultato per i veneti, il resto è solo propaganda”.

“Attenzione poi – conclude l’On. Roger De Menech – a non sostituire Roma con Venezia. Il caso Belluno e Sappada di questi giorni fa capire come debba essere completamente ripristinato il decentramento amministrativo in Veneto, con particolare attenzione alle aree interne, come tutta la montagna bellunese”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.