Caccia, De Menech: “La Regione vuole il caos venatorio”


"Una legge contraria alle buone pratiche, alla tutela della fauna e del territorio e persino contraria al buon senso." Così il deputato bellunese Roger De Menech descrive il progetto di legge presentato dal consigliere regionale Sergio Berlato, con il quale si intende favorire il nomadismo venatorio e, di conseguenza aprire il territorio di Belluno alla caccia irresponsabile. 

"Siamo a un passo dalla promozione del caos in ambito venatorio" - prosegue l'on. De Menech - "L’eccellenza della caccia bellunese non deve essere intaccata per favorire il nomadismo venatorio. Il 10 luglio scorso ho riunito il mondo venatorio bellunese e regionale per ribadire che le politiche che funzionano non si toccano. I responsabili di numerose associazioni venatorie e delle riserve alpine di caccia hanno sottoscritto un documento chiedendo al Consiglio regionale di lasciare intatto il “modello Belluno” di gestione della caccia."

"Il progetto di legge è infine uno schiaffo alle richieste di autonomia del Bellunese - conclude De Menech - e temo sia solo l’antipasto di un neo centralismo della Regione Veneto nella cui visione i territori devono essere subalterni e non protagonisti delle politiche regionali."

Puoi leggere l'intervento integrale QUI

 

Di seguito il servizio di Telebelluno, con le dichiarazioni dell'on. Roger De Menech e del consigliere regionale Graziano Azzalin.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.