Coronavirus e tutela dei lavoratori: il PD bellunese sottoscrive l’appello degli amministratori locali


Logo lista Provincia Comune Belluno 2030Il Partito Democratico Bellunese condivide l’appello promosso dai Consiglieri provinciali della lista “Provincia Comune – Belluno 2030” per la tutela e salvaguardia della salute delle lavoratrici e dei lavoratori

A prescindere dalla sospensione delle attività che il Governo riterrà opportuno varare, riteniamo fondamentale che le norme igienico-sanitarie previste dal Governo siano rispettate in tutte le aziende e fabbriche del nostro territorio. 

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha assicurato che nei prossimi giorni saranno distribuiti a tutti i lavoratori i dispositivi di protezione individuale che Governo e Protezione Civile stanno reperendo. Fermare il paese avrebbe conseguenze catastrofiche sull’occupazione e sul reddito e sarebbero i più deboli a pagarne gli effetti. Ma è giusto che chi continua a lavorare per garantire i servizi essenziali (personale sanità-sociale, ma anche corrieri, farmacisti, dipendenti del comparto alimentare) sia messo nelle condizioni di operare in piena sicurezza.

L’APPELLO – Vicinanza e solidarietà concreta degli amministratori della Provincia di Belluno alle lavoratrici e ai lavoratori delle aziende

In questo momento difficile e preoccupante per la salute pubblica e per la salute delle lavoratrici e dei lavoratori, le amministrazioni comunali della Provincia di Belluno stanno attivando tutte le disposizioni per la tutela e la salvaguardia dei cittadini e dei dipendenti.

Oggi stiamo interessando tutti gli organismi preposti perché tutte le lavoratrici e i lavoratori delle aziende della Provincia siano tutelati. Chiediamo pertanto che, laddove non siano rispettate le norme previste dal decreto del 12 marzo 2020 le aziende e le fabbriche siano chiuse. Gli organismi di controllo verifichino se le operaie e gli operai e i dipendenti tutti delle fabbriche ancora aperte vivano in ambienti lavorativi tutelati.

Attendiamo misure apposite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e laddove non sia possibile far rispettare le norme, le aziende valutino autonomamente la sospensione delle attività.

Testimoniamo la nostra riconoscenza al personale impiegato nella produzione di beni e quello impegnato nei servizi essenziali per la vita delle persone.

Usciremo da questa situazione tutti insieme… andrà tutto bene.

I promotori:
Walter Cibien
Franco De Bon
Simone Deola
Fabio Luchetta
Paolo Perenzin
Paolo Vendramini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.