Elettrificazione della Belluno-Feltre-Montebelluna, De Menech: “I fondi ci sono”


Il deputato bellunese Roger De Menech interviene nella discussione sull'elettrificazione della tratta Belluno-Feltre-Montebelluna, per ricordare i passaggi fondamentali della vicenda, a seguito delle dichiarazioni dell'Assessore regionale De Berti.

2016: l’allora Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio approva un piano per il paese detto “cura del ferro”. Gli investimenti complessivi sono di più di 40 miliardi in Italia per la manutenzione e lo sviluppo delle ferrovie. Nel piano ci sono gli estremi per l’elettrificazione di numerose tratte ferroviarie comprese quelle in Provincia di Belluno.

2017: il Ministero delle Infrastrutture sigla con RFI il nuovo contratto di servizio pluriennale. Il contratto contiene una scheda specifica sull’elettrificazione bellunese e alloca le risorse necessarie per tutti i cinque anni.

2017: con la Legge di Bilancio il Governo finanzia gli interventi previsti nel 2018 dal contratto di servizio con RFI, tra cui l’elettrificazione tra Vittorio Veneto e Belluno. Per gli interventi successivi, i soldi devono essere erogati di anno in anno, come previsto dal contratto pluriennale, ma sono già stanziati, cioè già previsti nel bilancio del Ministero e quindi dello Stato.

2018: partono i lavori per eseguire l’elettrificazione del bellunese tra Ponte nelle Alpi e Belluno.

fine 2018: il contratto di programma viene approvato dalle commissioni parlamentari senza modifiche.

2019: da settembre cominceranno i lavori, già finanziati, nella tratta Vittorio Veneto – Ponte nelle Alpi.

"Sorprende e non poco che il governo attuale non continui e finisca un’opera prevista e già pianificata, non dia il via libera per i lavori di elettrificazione tra Montebelluna e Belluno via Feltre" commenta De Menech. 

Morale: quando governiamo noi, i soldi per le opere le troviamo. Quando governano gli altri non solo non arriva un euro in più, ma bloccano pure i fondi e le opere già pronte per essere realizzate.

A fianco, la pagina del contratto che prevede l’elettrificazione della ferrovia bellunese (unica citata puntualmente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.