#occhioallabufala / 4 – Nessuna speranza per la Provincia di Belluno.


#occhioallabufala!Approfittiamo di affermazioni sparate ad alzo zero e a mo’ di bufala sulla “fine” di Belluno non solo come Provincia ma anche come realtà autonoma, dotata quindi una sua ben definita specificità, per una piccola riflessione sul futuro del territorio bellunese.

Partiamo dalla battaglia sull’art. 15 dello Statuto Veneto: il BARD continua ad intestarsela tralasciando il fatto che questa in realtà è stata e continua ad essere comune a quella del PD che, tramite Sergio Reolon, dal 2010 sta portando avanti in Consiglio Regionale.
In realtà questo è sì, “l’ultimo treno” ma non bisogna dimenticare che il DDL Delrio ha subito modifiche rilevanti e positive a firma De Menech, Borghi e Del Barba prima di approdare sul terreno costituzionale della revisione del Titolo V.

E proprio il Titolo V, accanto all’art. 15, è il terreno privilegiato per una nuova sfida nel segno dell’autonomia del nuovo Ente: la nuova battaglia, come del resto già condiviso anche da gruppi di discussione legati ad un’altra provincia interamente montana (Sondrio), si gioca su questo tavolo. Tavolo che ha visto già un’accesa discussione sugli artt. 114 e 116 e che vede interessate obbligatoriamente tutte le forze politiche, incluso quel Movimento 5 Stelle che ha votato compatto per l’abolizione delle Province con il deputato bellunese ed ex-capogruppo D’Incà che fa addirittura il fiero “conduttore televisivo” in questo video (senza per altro rivolgere nemmeno un pensiero rivolto alla sua Provincia).

No, non è vero che non c’è speranza: siamo ad un nuovo giro di boa molto importante dove c’è bisogno dell’impegno massimo di tutti per ottenere un primo risultato nel quadro della specificità bellunese e un ragionamento a medio-lungo termine su una strategia macroregionale per tutto l’arco alpino. Il PD è in prima fila e su questo è sempre pronto a confrontarsi, a viso aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.