#occhioallabufala! / 2: stavolta, nella fretta, ci casca pure il BARD.


#occhioallabufala!Silvano Martini scrive sulla pagina facebook del #PdBL, invitandoci a fornire informazioni/ripetizioni parlamentari a Roger De Menech:

“qualcuno del PD Bellunese potrebbe spiegare a De Menech che non si fa l’interesse del Bellunese sostenendo il DDL Delrio? A Roma De Menech sta facendo il gioco di chi vorrebbe lo smantellamento della provincia invece dovrebbe invitare i Senatori PD a firmare questo:

EMENDAMENTO DDL 1212
Art.11
Dopo il comma 1, aggiungere il seguente:
1-bis. In attuazione dell’articolo 44 della Costituzione e nelle more della riforma costituzionale organica della rappresentanza locale, le disposizioni di cui al comma 115 dell’articolo 1 della legge 24 dicembre 2012, n.228, non si applicano alle amministrazioni provinciali il cui territorio corrisponda in prevalenza alla definizione di zona montana ai sensi della normativa vigente. Per le amministrazioni provinciali di cui al periodo precedente, la cui scadenza naturale sia successiva alla data del 31 dicembre 2013, per quelle che risultino oggetto di gestioni commissariali ai sensi dell’articolo 141 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali o in altri casi di cessazione anticipata del mandato degli organi provinciali ai sensi della legislazione vigente, si procede, pertanto, al rinnovo degli organi secondo le disposizioni in vigore alla data di entrata in vigore della presente legge.

PALERMO, FRAVEZZI, PANIZZA”

Risponde a stretto giro De Menech, che evidentemente non aveva granché bisogno di queste informazioni:

“Caro Silvano, ancora una volta scrivi nei tuoi post cose che non corrispondono al vero.
E’ giusto tu sappia che è da parecchio tempo che sono in contatto con il Senatore Palermo e insieme abbiamo valutato quale fosse il miglior modo di muoversi al Senato – dopo quanto fatto alla Camera – per la Prov. di Belluno; l’ultimo incontro l’abbiamo avuto proprio ieri!
L’emendamento, da lui presentato è stato firmato da altri Senatori del Partito Democratico, tra cui anche il veneto Giorgio Santini; contatti che il Sen. Palermo ha avuto anche grazie al sottoscritto.
Ritengo pertanto assolutamente strumentale quanto da te scritto; soprattutto vorrei far presente che non è con post come questo che si da maggior autonomia alla Provincia di Belluno. Mi pare piuttosto che anche tu ti sia adeguato al solito gioco delle parti che tutto fa tranne il bene del nostro territorio.”

Insomma, una “bufala” un po’ sui generis in quanto riporta una non-notizia, generata molto probabilmente dalla fretta di “postare” sui social. Ma prima di pubblicare “inviti a firmare” sarebbe forse meglio accertarsi che gli invitati non abbiano già firmato, fra l’altro grazie anche all’attivazione di chi è oggetto del post.

Dispiace che, appunto, nella fretta ci siano cascati anche gli amici del BARD: la difficile battaglia per un percorso autonomo di Belluno si combatte sì in Parlamento ma anche ripartendo da progetti e da discussioni non venate da un pregiudizio spesso unidirezionale.

E possiamo ripartire anche da qui: il nostro spazio web è aperto al contributo costruttivo di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.