23 Maggio 2024
MobilitàNews

Trasporto pubblico locale, il modello Emilia-Romagna. Giovedì 28 settembre a Pedavena l’incontro con Andrea Corsini

Sono giorni intensi in Provincia di Belluno (e non solo) sul tema dei trasporti pubblici. Quest’estate abbiamo lavorato molto per far sì che InvestiScuola restasse uno dei capisaldi del nostro territorio. Alla fine la misura è stata salvata in extremis, ma tutti assistiamo basiti ai tristi spettacoli di questi giorni: corse che saltano dalla sera alla mattina, mancanza di autisti, studenti lasciati a piedi.

«È evidente che il trasporto pubblico, in provincia di Belluno e più in generale in Veneto, deve essere rivisto. È per questo che per domani, giovedì 28 settembre, alle ore 20:30 presso la Birreria Pedavena abbiamo organizzato insieme al circolo Pd di Feltre-Seren-Pedavena un incontro importante che si propone di far nascere nuove proposte per la nostra provincia» dichiara Alessandro Del Bianco, Segretario provinciale del PD. Ospite principale sarà Andrea Corsini, assessore regionale ai trasporti della Regione Emilia-Romagna, in cui si è strutturato un sistema di trasporto pubblico all’avanguardia con particolare attenzione ai bisogni degli studenti.

«Sarà l’occasione per affrontare il tema a 360 gradi, dando seguito anche all’incontro che abbiamo realizzato qualche mese fa a Foen con iscritti e simpatizzanti. In questa sede, l’argomento degli spostamenti è emerso in maniera forte, soprattutto tra i più giovani» sottolinea Lidia Maoret, Segretaria del circolo PD Feltrino.

Monica Lotto, vicesegretaria del Pd regionale, allarga lo sguardo a quanto sta accadendo in questi giorni in varie parti della Regione: «E’ necessario rivedere completamente l’impegno economico della Regione in termini di trasporto pubblico locale, altrimenti questa situazione diventerà la normalità». Anche per questo il partito regionale parteciperà e collaborerà fattivamente all’incontro di giovedì: saranno infatti presenti il Segretario regionale Andrea Martella e il consigliere Jonatan Montanariello, che quest’estate ha presentato in Consiglio Regionale un emendamento per chiedere alla Regione del Veneto di intervenire per garantire il trasporto scolastico agli studenti bellunesi.

Prosegue intanto anche la mobilitazione contro la diga del Vanoi. Lunedì a Feltre l’ordine del giorno presentato dal Pd è stato fatto proprio anche dalla maggioranza ed è stato votato all’unanimità. Nel frattempo, il Pd ha lanciato una raccolta firme online che in poche ore ha avuto centinaia di adesioni. «Continueremo a portare questi ordini del giorno nei consigli comunali – dichiara il segretario provinciale – e avvieremo una vera e propria mobilitazione in tutta la provincia nei giorni dell’anniversario del Vajont. E’ assurdo infatti, a sessant’anni esatti dalla tragedia, continuare a parlare di dighe e invasi in ambienti ad alto rischio idrogeologico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.