Erika Dal Farra attacca la Regione sul Pdl 23

L’atteggiamento del Presidente Zaia sulla riforma delle Ulss è la conferma che abbiamo sempre fatto bene a non fidarci di lui” attacca la Segretaria provinciale PD, Erika Dal Farra. “Prima presenta una proposta che parla di 7 Ulss, poi, in seguito ai diktat di qualche falco interno alla Lega, si rimangia la parola e concede una deroga a Bassano e al Veneto Orientale, con una forzatura dei regolamenti e senza confrontarsi con le minoranze”.

Il PD bellunese denuncia l’assenza di criteri oggettivi nell’accorpamento delle ULSS: “La Lega non ha mai illustrato le ragioni di questa scelta, ragioni che certamente non hanno nulla a che vedere con la qualità dei servizi sul territorio, ma che rispondono a logiche clientelari”.

Secondo Dal Farra, questo nuovo assetto rischia di creare una sanità di serie A e una di serie B, premiando alcuni territori e danneggiandone altri: “Ancora una volta la Lega dimostra totale disinteresse per il nostro territorio e per chi lo abita. E’ evidente che Zaia non sappia cosa significhi vivere in montagna. Inoltre, si manifesta altrettanto chiaramente l’incapacità di coloro i quali sono stati eletti per rappresentare e difendere l’interesse dei cittadini dei territori montani: il voto contrario di Gidoni all’emendamento proposto da Sinigaglia parla da solo”.

“Questa – conclude Erika Dal Farra – è la dimostrazione che per Zaia e per la Lega, la specificità montana non è altro che uno slogan da rispolverare in campagna elettorale”.

Fonte: Corriere delle Alpi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.