Sappada: La Segretaria PD Dal Farra incontra la governatrice Serracchiani

Nella giornata di ieri la Segretaria provinciale del Partito Democratico di Belluno, Erika Dal Farra, accompagnata dall’on. Roger De Menech, ha incontrato la Vicesegretaria nazionale PD e Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, presso la Sede regionale di Tolmezzo (UD).

Dal Farra ha sottolineato come la questione del passaggio di Sappada alla Regione Friuli Venezia Giulia sia delicata e trovi le sue origini nella mancanza di serie politiche comuni per la montagna. “I comuni montani bellunesi hanno le stesse problematiche dei comuni montani friulani, trentini, altoatesini e di tutto l’arco alpino. Ma hanno risorse e competenze diverse per affrontarli. Questa è l’ingiustizia di fondo e per cancellare questa disparità è necessario che il Governo si impegni a istituire un fondo stabile per le politiche di montagna.

Inoltre, Dal Farra ha sottolineato la scarsa attenzione di Zaia e della Lega Nord veneta rispetto al tema: Serracchiani-Dal Farra“In campagna elettorale fioccavano le promesse e gli impegni per il bellunese, dal giorno dopo le elezioni improvvisamente siamo ritornati al punto di partenza. Zaia e la Lega continuano a prendere in giro tutti i bellunesi. E’ scandaloso che il Governatore della Regione Veneto non si stia preoccupando della questione del passaggio di Sappada al FVG. Ancora una volta dà dimostrazione di quanto sia indifferente alle necessità del bellunese, tergiversa nell’attuazione della Legge regionale 25/2014 che lui stesso ha contribuito a far approvare, che lo obbliga a riconoscere la specificità della provincia di Belluno.”

A seguito dell’incontro, la Segretaria provinciale PD si è recata a Sappada per incontrare una rappresentanza di cittadini, ai quali ha spiegato come il Partito Democratico rispetti la volontà popolare e quindi l’esito del referendum del 2008, ma al tempo stesso abbia il dovere morale di tenere compatta la Provincia di Belluno, evitare che si disgreghi con il devastante “effetto domino” che inevitabilmente seguirebbe al passaggio di Sappada in FVG. “Per questo abbiamo chiesto alla Serracchiani di unire le forze e chiedere al Governo un impegno per le politiche montane, in alternativa al passaggio di Sappada in Friuli. Non possiamo più pensare solo nell’ottica di chi confina con chi, ma avere una visione di ampio respiro per il futuro della montagna bellunese.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.